Bottanuco

1990 – Il Gruppo si è impegnato nella realizzazione, all’interno dell’Oratorio di Bottanuco, di alloggi adeguati ad ospitare le Suore della Sacra Famiglia operanti nella Comunità.Bottanuco

1995 – Il Gruppo Alpini ha fornito la forza-lavoro per la costruzione del locale caldaia a servizio della chiesa Parrocchiale di S. Vittore, in Bottanuco.

Alluvione in Piemonte

1995 – Nei mesi di ottobre e novembre 1995, il Gruppo Alpini di Bottanuco ha partecipato con slancio alla proposta della Sezione di Bergamo per il "Campo di lavoro ad Alessandria". Soci e amici hanno contribuito alla ricostruzione della scuola Bovio, lavorando parecchi sabati e domeniche, insieme a molti altri gruppi bergamaschi e dell’Isola.

Cappella dell’Immacolata

1996 – Nel 1996 gli Alpini affrontano il restauro della Cappella dell’Immacolata a Cerro. La “Madonnina”, come la chiamano tutti, risale all’inizio del 1800 e non si trova in buono stato: aggredita dall’umidità e deturpata dell’inquinamento atmosferico, necessita di un intervento immediato. I volontari offrirono il loro lavoro per la sistemazione del tetto, dei dipinti e delle parti in ferro, per la protezione dall’umidità, per il rifacimento degli intonaci e per la posa del cordolo di protezione del marciapiede.

Torrente Dordo

1997 – Il 22 marzo 1997 il Gruppo Alpini partecipa all’operazione di pulizia dell’alveo del Torrente Dordo, organizzata dalla Protezione Civile Sezione A.N.A. di Bergamo.Cappella dell’Addolorata

2000 – Nella primavera del 2000 il Gruppo Alpini dà inizia al restauro della Cappella dell’Addolorata a Bottanuco. Questo piccolo fabbricato ha una cancellata in ferro battuto del ‘600 e un dipinto del '700 raffigurante la "Pietà". L’intervento degli Alpini prevede il riassetto dell’intera copertura, la deumidificazione e il rifacimento degli intonaci, il mantenimento e la protezione dei dipinti esterni e delle parti in pietra.

Sentiero del Fontanino – 2001/2002 – Nel 2001 il Gruppo Alpini si impegna nel recupero di un percorso sulla riva dell’Adda chiamato "Sentiero del Fontanino", che appariva come un impervio sentiero in terra battuta, scivoloso e a tratti ripidissimo, quasi completamente invaso dalla vegetazione. Scomparso dalla memoria dei più giovani, ne rimaneva un qualche ricordo solo in quella dei più anziani. Dopo un gran lavoro di scavo e pulizia gli Alpini si trovarono di fronte ad un sentiero con una pavimentazione in acciottolato praticamente intatta: una strada di sassi incastonati, con scalette in ceppo, in mezzo al bosco. Da una ricerca storica, fatta successivamente, nell’archivio di Stato di Bergamo, è emerso che il sentiero del Fontanino era già presente sulle Carte di Catasto lombardo-veneto datate 1843-1853. L’importanza e la bellezza del sentiero del Fontanino sta proprio in questa sua “naturale artificiosità” e nel carico di storia che porta con sé.

Da allora il Gruppo Alpini procede ogni anno alla pulizia e manutenzione del sentiero.2003 – 26/27 aprile 70° di Fondazione del Gruppo

2004 – 30/01 votazioni nuovo direttivo gruppo

2005 – 20° anniversario monumento della PaceIl Gruppo Alpini è sempre disponibile e presente e, nella sua lunga storia, non mancano partecipazioni alle numerose manifestazioni organizzate dall’Amministrazione comunale o da altri enti: eventi culturali e sportivi, campagne di pulizia delle sponde del fiume, servizi di sicurezza, ecc. Solo alcuni esempi delle diverse attività svolte del Gruppo Alpini di Bottanuco: Campagna del “Banco Alimentare”, raccolta di generi alimentari in favore di più bisognosi.

A Natale, allestimenti e scenografie in piazza, nel rispetto della tradizione, con polenta e vin brulè.

Giornata del "Verde Pulito": adesione alla manifestazione organizzata dell’Amministrazione Comunale.

Partecipazione alle celebrazioni e attività locali, oltre a quelle organizzate dai Gruppi Alpini della Sezione di Bergamo. Manutenzione ordinaria e straordinaria dei parchi presenti sul territorio comunale.

 

 

 

 

 

 

 

1 - 2