Campagna di prevenzione e lotta all’infestazione di zanzara tigre

Campagna di prevenzione e lotta all’infestazione di zanzara tigre
06/05/2019

Facciamo il punto su…. Lotta alle zanzare

 

Desideriamo trascorrere un’altra estate assediati dalle zanzare? Oppure quest’anno vogliamo provare a prevenirle collaborando, agendo in maniera coordinata e diffusa?

 

 

Ecco cosa farà il Comune, negli spazi pubblici:

 

- Monitoraggio del territorio: a partire dalla prossima settimana verrà effettuato da tecnici della Soc. Sesia S.r.l (ditta incaricata dal Comune per il servizio di lotta biologica alle zanzare) un attento studio del territorio finalizzato all’individuazione e censimento di potenziali siti di proliferazione delle larve di zanzara (focolai larvali). Tale attività permetterà di pianificare correttamente gli interventi larvicidi, prima che le larve possano diventare zanzare.

 

- Trattamenti preventivi larvicidi: nel mese di maggio verrà avviata una serie di trattamenti preventivi di contrasto alle larve (sia zanzara tigre che comune), bio-compatibili, che sono innovativi per il nostro territorio ma che sono già stati sperimentati con successo nei Comuni limitrofi.

 

- Volontari Ecologici: si è già tenuto il consueto incontro formativo/organizzativo con i preziosissimi Volontari Ecologici Comunali, per gli interventi di prevenzione programmata dei tombini.

 

- Trattamenti adulticidi: grazie all’azione preventiva, svolta in questi 2 anni si effettueranno solo in casi eccezionali gli interventi di disinfestazione degli esemplari adulti e comunque sempre con l’utilizzo di prodotti ecologici e non tossici.

 

 - Informazione: verranno proposte iniziative mirate al coinvolgimento del cittadino (depliants, lettere informative ad amministratori di condominio e ditte, laboratori educativi nelle scuole, ecc), finalizzati all’adozione delle corrette misure di prevenzione nei vari ambiti.

 

- Coinvolgimento dei cittadini: gli interventi antilarvali saranno eseguiti sul suolo pubblico, mentre per le aree private i tecnici specializzati impegnati nel monitoraggio del territorio da quest’anno attiveranno (in alcune vie del territorio) un servizio di consulenza gratuita per tutti quei cittadini che si renderanno disponibili a far accedere gli stessi alle proprie aree esterne, per ricercare, censire e ridurre i focolai di sviluppo delle larve. Oltre a ciò, quest’anno verrà intensificata la distribuzione gratuita dei Kit antizanzare anche mediante la collaborazione dei negozianti del territorio.

 

 

 

E' evidente che l'azione del Comune non è sufficiente a garantire un efficace contrasto alle zanzare. Ecco quindi alcuni semplici comportamenti che ciascun Cittadino può attuare nelle proprie aree private (giardini, cortili, terrazzi):

 

- non abbandonare oggetti che possano formare ristagni di acqua (copertoni, bottiglie, bidoni, secchi, annaffiatoi, lattine, barattoli e simili);

- svuotare regolarmente eventuali contenitori d’acqua, oppure coprirli con reti antizanzare;

- mettere nei sottovasi situati all’aperto dei fili di rame, che risultano tossici per le larve di zanzara;

- riempire con sabbia o ghiaia i contenitori di fiori finti al cimitero, o svuotare, risciacquare e cambiare l’acqua contenuta negli stessi contenitori almeno settimanalmente;

- rimuovere l’acqua stagnante presente nelle piscine scoperte o che si accumula sui teli di copertura, durante i periodi di inattività e introdurre pesci larvivori (es. pesce rosso) nei laghetti o nelle vasche ornamentali;

- sgomberare i cortili e le aree aperte dalle erbacce, dalle sterpi e dai rifiuti di ogni genere, tagliando regolarmente l’erba in modo da evitare il ristagno dell’acqua piovana;

- trattare con prodotti larvicidi (*) i pozzetti presenti nelle proprie aree (dal 1 aprile al 30 ottobre con cadenza ogni 7-14 giorni; il trattamento va comunque praticato dopo ogni pioggia).

 

I Cittadini che volessero dare la propria disponibilità per diventare Volontari Ecologici Comunali sono sempre ben accetti ! In questo caso è possibile rivolgersi all’Ufficio Tecnico.

 

 

(*) i principi attivi consigliati sono il Bacillus thuringiensis var. isreeliensis (formulazione biologica) o di diflubenzuron/pyriproxyfen (regolatori di crescita), disponibili presso le farmacie consorzi agrari e negozi specializzati per l’agricoltura.